Story

Eyel Story

Eyel non è solo un marchio di occhiali, è anche una dichiarazione d’amore per un mestiere
che per Davide e Azzurra Attimonelli, i due fondatori del brand, ha radici lontane.

In quella bottega avviata ad Andria, nel cuore della Puglia, dal nonno fotografo
“perchè all’epoca, nel primo dopoguerra,  erano i fotografi a vendere le lenti” spiega Azzurra
raccontandoci di come in Eyel si racchiudano, legati dal fil rouge di una grande passione

<<Passato, presente e futuro. Ciascuno dei tre puntini marchiati sulle aste dei nostri occhiali
simboleggia una dimensione temporale: ieri, oggi, domani.
Un “tempo sospeso” che cuce insieme sogni e visioni di epoche diverse>>.

Tutto inizia nel 2013,quando i due fratelli pugliesi sentono l’esigenza di realizzare un prodotto che porti con sé una storia.

Conoscono un artigiano che fabbrica occhiali in una piccola bottega di Potenza
e iniziano una collaborazione perché nei suoi gesti ritrovano lo stesso mondo
e la stessa cura nella produzione con cui sono cresciuti.

Da alcune aziende dismesse del Cadore acquistano una serie di vecchie lastre di acetato
da cui ricavano delle capsule collections da 100,200 pezzi che conquistano subito il cuore del pubblico.

Da allora è un continuo della ricerca nel tentativo,riuscito,di mescolare stile vintage e nuove tendenze,
rispolverando disegni di montature d’epoca,giocando con i materiali,sperimentando nuove combinazioni.

Nascono così i Carrie,Sally,Joe,Holly,Susan e gli altri.

<<Tutti i nomi sono ispirati ai protagonisti dei più famosi film d’amore>> spiega Azzurra.

<<Non poteva essere altrimenti visto che il nostro lavoro è proprio questo: una dedica
appassionata che scriviamo da più di 40 anni e ci tramandiamo di generazione in generazione.
E’la passione a costruire il futuro>>.